Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

5 anime che non sarebbero cominciati se…

Il primo episodio

Nella maggior parte degli anime il primo episodio è fondamentale. In questo infatti, di solito avviene quell’evento che da il via all’intera storia.

A volte si tratta di un evento epocale, che sconvolge non solo la vita del protagonista, ma quella di un’intera comunità. Un esempio potrebbe infatti essere il primo episodio de “L’attacco dei giganti”.

5 anime che non sarebbero cominciati se…

Altre volte invece, l’espediente narrativo è molto più semplice.

Succede ad esempio in “Hunter x Hunter” in cui, il protagonista Gon Freecss, può partecipare all’esame per diventare hunter dopo aver pescato un enorme pesce.

5 anime che non sarebbero cominciati se…

In questo articolo andremo dunque ad analizzare il primo episodio di cinque anime, alcuni molto famosi, altri meno.

1) Tokyo Ghoul

Anime adattato dai magnifici disegni di Sui Ishida.

Il primo episodio di questa serie, ci catapulta nella tenebrosa città dei ghoul con un pretesto semplice e realistico.

Il giovane Ken Kaneki ha una cotta per una ragazza che vede spesso nel locale che frequenta. Si tratta di Rize.

5 anime che non sarebbero cominciati se

Cos’è accaduto?

Possiamo affermare che, se Kaneki non fosse riuscito ad organizzare un appuntamento con questa ragazza, la storia non avrebbe trovato il suo inizio.

Durante questo appuntamento infatti, si scopre che Rize sia in realtà un pericoloso ghoul il cui scopo era semplicemente quello di mangiare il protagonista.

5 anime che non sarebbero cominciati se

Rize conduce Kaneki in un posto isolato e prima di divorarlo lo colpisce ripetutamente e mortalmente. I suoi attacchi però, distruggono l’edificio circostante: delle travi d’acciaio precipitano sul suo corpo uccidendola.

Kaneki è sopravvissuto e viene condotto in ospedale. La sua condizione è così grave che il medico, disperato, pur di farlo sopravvivere, trapianta nel suo corpo organi di ghoul.

Così facendo, Kaneki diventa per metà un ghoul.

Comincia quindi la storia.

5 anime che non sarebbero cominciati se

2) Vita da slime

In questo caso parliamo di un anime decisamente meno noto.

Vita da Slime trae origine da una light novel dalla quale sono stati adattati sia il manga che l’anime.

Questo anime appartiene al genere degli isekai. Trattandosi dunque di un’ambientazione fantastica e videoludica, il primo episodio ci racconta la vita di un banale individuo, prima che questa venga totalmente sconvolta.

Il protagonista

Satoru Mikami è infatti un uomo di 37 anni che conduce una semplice vita. Dopo la laurea, ha trovato lavoro presso un’azienda molto prestigiosa e gode di un ottimo stipendio.

Nonostante questo, egli sente la mancanza dell’amore, in tutti questi anni infatti, non è riuscito a trovarsi nessuna compagna.

L’espediente narrativo che stravolgerà la vita di questo impiegato è abbastanza forte. Una mattina ha un appuntamento con un suo collega di lavoro e una sua amica.

5 anime che non sarebbero cominciati se

Mentre passeggiano, un rapinatore è in fuga e stringe un coltello fra le mani.

Tutto accade in pochi istanti. I suoi due amici sono sulla stessa traiettoria del ladro, Satoru, senza pensarci due volte, si immola per salvarli.

La lama del coltello lo colpisce mortalmente. Prima di esalare l’ultimo respiro, Satoru ripensa alla sua vita, alle sue mancanze e cosa avrebbe voluto fare. Quegli ultimi intenti determinano le caratteristiche che egli avrà nella sua nuova vita.

Data la semplicità delle sue affermazioni, egli si reincarnerà in uno slime. Elemento base di ogni RPG.

Se non si fosse sacrificato per i suoi amici, la storia non avrebbe avuto inizio.

5 anime che non sarebbero cominciati se

3) Death Note

Decisamente più famoso, possiamo tranquillamente affermare che se Light Yagami fosse stato un semplice adolescente con passatempi comuni, la storia non avrebbe avuto il suo inizio.

Una noia letale

Light è un ragazzo estremamente arguto e differente dai suoi coetanei. Questo stile di vita da studente e figlio modello lo annoia terribilmente.

Proprio per questo motivo, nel momento in cui ha l’occasione di poter dare una totale svolta alla sua vita, seppur pericolosa ed estrema, Light la coglie al balzo senza mai tornare sui suoi passi o pentirsi.

5 anime che non sarebbero cominciati se

Il Death Note

Un giorno trova a terra uno strano quaderno di colore nero. Le istruzioni sono chiare: basta scrivere il nome di un individuo di cui si conosce il volto su questo quaderno, e il malcapitato morirà immedatamente.

Qualsiasi persona sarebbe scappato, o magari avrebbe consegnato il quaderno alle forze dell’ordine. Light invece, non solo decide di tenerlo con sé, ma anche di utilizzarlo!

Light infatti, decide di sfruttare il quaderno per liberare il mondo da crimini e corruzione. Il suo ideale è onorevole, sin quando non si convince di poter divenire il Dio di un nuovo mondo, eliminando chiunque tenti di ostacolarlo.

5 anime che non sarebbero cominciati se

4) The rising of the Shield Hero

Anche in questo caso stiamo parlando di un isekai.

Il protagonista, Naofumi Iwatani è un otaku. Amante non solo di anime, manga e videogiochi, ma anche dei libri, in particolare le light novel.

Quando è a corto di denaro, Naofumi si reca in libreria per noleggiare dei volumi.

5 anime che non sarebbero cominciati se

Proprio in questa occasione, si ritrova a rovistare fra gli scaffali, fin quando, non fa cadere un paio di libri a terra. Incuriosito dal titolo e dalla copertina di uno di essi, comincia a sfogliarlo e a leggerlo.

Il libro in questione è molto particolare: all’inizio sembra infatti trattarsi di una semplice storia di genere storico. Il mondo è in declino a causa di ondate di carestia e morte, solo quattro eroi armati potranno salvarlo.

Mentre legge, si rende conto che le pagine a seguire siano completamente bianche. Proprio in quel momento, il giovane viene teletrasportato in quell’universo alternativo.

Egli diventa così uno degli eroi citati e la sua arma è uno scudo!

5 anime che non sarebbero cominciati se

Se quel giorno Neofumi fosse rimasto a casa a giocare ai videogiochi anziché andare in libreria, tutto ciò non sarebbe di certo accaduto!

5) One punch man

Torniamo a parlare di un anime molto famoso.

Conosciamo tutti la storia di Saitama, un giovane che, dopo tre anni di allenamento estenuante, è diventato un super eroe talmente forte da poter sconfiggere qualsiasi nemico con un unico colpo.

Nonostante questo traguardo, Saitama è costantemente annoiato e insoddisfatto della sua vita.

5 anime che non sarebbero cominciati se

Eppure, anche prima di questo successo, Saitama non era affatto contento della sua vita, al contrario, era persino disposto a mettervi fine.

Saitama era infatti un giovane disoccupato che aveva messo da parte il suo sogno: quello di diventare un eroe così forte da poter sconfiggere chiunque con un solo pugno.

Un giorno mentre sta tornando a casa, deluso dall’esito negativo dell’ennesimo colloquio, si imbatte in un mostro a forma di granchio che decide di risparmiarlo.

5 anime che non sarebbero cominciati se

Il mostro in questione, vuole però vendicarsi di un bambino che si è burlato di lui. A quel punto Saitama non può restare con le mani in mano.

Il suo intervento in soccorso del bambino riaccende il suo sogno. Da quel momento in poi, Saitama comincerà il suo allenamento sino a raggiungere risultati incredibili.

Se non si fosse fatto coraggio decidendo di salvare quel bambino, probabilmente adesso starebbe ancora cercando lavoro!

/ 5
Grazie per aver votato!
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments