Articoli IndelebiliCinemaFilm d'animazioneTop

5 Personaggi Maschili dello Studio Ghibli

Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Ho scelto per voi 5 Personaggi Maschili dello Studio Ghibli, che mi hanno colpito, ovviamente in questa piccola top non ci sono tutti i lavori dell’indiscusso Hayao Miyazaki ma in generale solo personaggi che mi sono rimasti nel cuore. Se l’articolo vi piace ne porterò altri 5 in un secondo momento per farvi conoscere magari qualcuno di nuovo o farvi venire la voglia di riguardare questi film.

5 Personaggi Maschili dello Studio Ghibli
5 Personaggi Maschili dello Studio Ghibli

Non sono all’interno di una classifica o in un ordine esponenziale, non un paragone tra di loro ma una sorta di riconoscimento ad ogni singolo per l’ottima performance all’interno del proprio film.

5 Personaggi Maschili dello Studio Ghibli

Marco Pagot – Porco Rosso

Porco Rosso

Il famosissimo Marco Pagot è uno dei personaggi meglio riusciti dello Studio Ghibli, cacciatore di taglie, innamorato della sua amica di infanzia Gina, un tempo era umano ma un incidente gli trasformò il volto in quello di un maiale, tagliente e irriverente ci piace perché lo seguiremmo nelle sue avventure come farebbe Fio. Inoltre è famosissima la sua frase che è diventato quasi un motto per molti “Piuttosto che diventare un fascista, meglio essere un maiale“, come non essere d’accordo con questo splendido personaggio di Miyazaki?

Laputa

Pazu – Laputa – Castello nel cielo

Lo abbiamo scelto perché Pazu ci ricorda tantissimo Conan, come lui ha una forza notevole, come lui corre e come lui salva una fanciulla, in questo caso Sheeta sarà la nostra Lana, un personaggio nel cuore di Hayao Miyazaki e che non possiamo amare anche noi per la sua intraprendenza e forza contro le avversità. Anche in questo film si condanna la militarizzazione e la guerra e il sensei lo fa con i sentimenti di amore e amicizia dei due protagonisti.

Ashitaka – Principessa Mononoke

Principessa Mononoke

Forse il migliore personaggio maschile del mondo dello Studio Ghibli, anche se molte non saranno d’accordo con me, dotato di saggezza e sensibilità fuori dal comune Ashitaka è il principe del popolo Emishi e con tutte le sue forze tenta di far cessare la guerra per amore di San, ricordiamo infatti le sue parole “l’odio che lo spirito cinghiale ha riversato in me. Mi consuma le carni, e presto mi toglierà la vita. Non lasciate che l’odio condanni anche voi. ” Indubbiamente più principe lui che tutti quelli apparsi nei film Disney.

Haku (Kohaku) – La città incantata

La città incantata

Haku è decisamente uno dei personaggi più misteriosi è uno scagnozzo di Yubaba ma solo perché ella gli ha rubato il nome, lui aiuterà la protagonista a liberare i suoi genitori, lei lo libererà dalla prigione della strega, creando un forte legame tra i due protagonisti, un personaggio fondamentale per la città incantata, su cui la protagonista Chihiro potrà contare fino alla fine del film.

Seiji – I Sospiri del mio cuore

I Sospiri del mio cuore

Un sognatore Seiji, come Shizuku, legati dal fato la loro storia è decisamente tenera, e per questo ho voluto includerlo visto che spesso si parla sempre dei personaggi più main-stream, ma anche lui merita una menzione, risoluto fino alla fine Seiji non solo si prepara a realizzare il suo sogno ma trova la forza e l’ardore di avvicinarsi a Shizuku che fin da subito entra nel suo cuore. Una storia che sicuramente potrà toccare la vostra anima come ha toccato la mia.

Vi invito a farmi sapere cosa ne pensate di questi personaggi, e di scrivermi chi vorreste nella prossima classifica, anche se so già chi dovrò necessariamente includere.

/ 5
Grazie per aver votato!

Raffaela Grannò

Colorista e Autrice di Fumetti, è una dei fondatori dell'Associazione Culturale Fumetti Indelebili, che organizza il San Beach Comix. Disegna insieme a Valentino Coratella Cippi & Friends, ha all'attivo 2 pubblicazioni a fumetti. Da sempre appassionata della cultura nerd.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.