AnimeArticoli IndelebiliManga

Ranma ½ gender swap o gender fluid?

Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Ranma ½ gender swap o gender fluid?

Ranma ½ gender swap o gender fluid?
gender swap o gender fluid?

Ranma ½ è uno di quei manga che lasciano il segno, nel bene e nel male. In trent’anni ci ha regalato perle di assurdità, base per meme e momenti iconici, anche se non tutti possono ricordarli.

L’anime ha fatto parte dell’infanzia di molti di noi – anche se spesso censurato o con episodi incompleti – e le ragazze hanno sospirato sognanti per la storia d’amore travagliata di Ranma e Akane.

Rumiko Takahashi è una maestra del genere, le sue storie sono diventate cult. Non sorprende che ci siano autori che hanno cercato di imitarla.

Purtroppo, per loro, non riuscendoci.  

Un manga tra cliché ed innovazione

La narrazione della Takahashi risente spesso dei cliché del genere shojo: incomprensioni, litigi, rivali in amore che spuntano ovunque.

Ma in Ranma ½ ha fatto qualcosa in notevole anticipo sui tempi, e di cui c’è ancora oggi molto da discutere: Ranma, il protagonista, ha una maledizione che lo fa trasformare in una ragazza se si bagna con l’acqua fredda.

Era solo un mezzo narrativo per gag ricorrenti? Potrebbe essere.

L’umorismo degli anni ’80 non era politically correct come oggi, e ci si potevano permettere battute o situazioni che oggi darebbero scandalo.

Perciò nessuna sorpresa quando Ranma si definisce un mezz’uomo, o suo padre si lamenta della mancanza di virilità del figlio. E non sorprende nemmeno come la maggior parte delle trasformazioni siano dovute a fattori fuori dal suo controllo, e il protagonista vuole precisare quanto odi essere una ragazza.

Tuttavia, c’è di più.

Se il gender swap fosse stato solo per le gag, i lettori se ne sarebbero subito dimenticati. Niente degno di nota, solo qualcosa per spezzare ogni tanto la tensione della storia.

Ma non è stato così: Ranma usa la sua forma femminile, ne riconosce i punti di forza. Non lo usa solo per scappare da situazioni difficili o per approfittare del suo viso innocente per ottenere qualche sconto sui suoi acquisti, ma anche per sfide che non potrebbe vincere da ragazzo.

 Sembra che in certi momenti sia a suo agio nella sua forma femminile quasi quanto lo è in quella maschile. Certo, non vedremo mai Ranma ammetterlo – si tratta pur sempre di un manga degli anni ’80 – né Akane provare attrazione anche per la versione femminile del suo fidanzato.

Però, abbiamo visto il protagonista maturare, accettare il suo lato più femminile e deciderne di farne uso senza vergogna.

Decisamente molto di più che semplice gag umoristica.

Ranma ½ gender swap o gender fluid?
Ranma ½ gender swap o gender fluid?
/ 5
Grazie per aver votato!

Annamaria Nazzaro

Collaboratrice, futura storica dell'arte (si spera) ed appassionata di fumetti, videogiochi, serie tv e film. Attualmente ho un podcast, Eva deve morire, su Spotify. Spero di potervi vedere presto anche lì.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.