Articoli IndelebiliCinema

Qualche curiosità su Blade Runner

Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Qualche curiosità su Blade Runner

E si torna a parlare del leggendario Blade Runner (1982), firmato Ridley Scott.

Il film è davvero un coacervo di nozioni, spunti filosofici, ispirazioni creative fantascientifiche. C’è davvero di tutto.

Ma non tutte le opere sono prive di segreti e piccoli easter eggs, per così dire.

Blade Runner, Ridley Scott (1982)
Blade Runner, Ridley Scott (1982)

Il libro

Il film è un adattamento, molto libero, del libro Ma gli androidi sognano pecore elettriche? Si tratta di un altro titolo con cui è stato tradotto il medesimo libro di K. Dick da cui il film è tratto (in Italia il libro è stato tradotto con 3 titolazioni diverse, tra cui la più nota Il cacciatore di androidi). Dozzine di film sono state tratte dallo stesso libro, non solo Blade Runner (1982).

Ma Ridley Scott non ha letto il libro in questione prima di mettersi a lavoro.

Dick morì prima che il film fosse completato, ma aveva seguito da vicino il lavoro di sceneggiatura della sua storia. La prima bozza non gli piacque per niente.

Alternative ending

In origine la storia aveva una sorta di lieto fine, con Rachael e Deckard (i due protagonisti e amanti) che se ne andavano in auto verso la campagna, mentre una voce fuoricampo spiegava che lei apparteneva a un nuovo tipo di ‹‹replicante››, che poteva vivere a lungo come un essere umano (non solo 4 anni come si è pensato finora).

Inizialmente, Scott fu d’accordo su un finale del genere che avrebbe donato al film un’aria diversa, senz’altro più lieta e romantica. Una degna conclusione per l’agente Deckard.

Per realizzare le inquadrature finali dei due protagonisti, a bordo della loro auto che lasciano la città tramite dei sentieri montani, Scott ha riutilizzato delle riprese provenienti dal film di Stanley Kubrick Shining (1980).

Blade Runner, Ridley Scott (1982)
Blade Runner, Ridley Scott (1982)

Esattamente: sono proprio le celebri riprese iniziali di Shining (1980), in cui Jack Nicholson e famiglia si apprestano verso l’hotel a bordo della loro auto.

Per sfortuna (o per grande fortuna) le riprese sono state eliminate, realizzando un finale totalmente diverso che ormai tutti conosciamo.

Il titolo

Il titolo Blade Runner si rifà a quello di un film di William S. Burroughs, che a sua volta adatta un romanzo di Alan E. Nourse del 1974.

Il libro in questione non ha niente a che vedere con quello di Dick o con il film di Scott: infatti, tratta di questioni legate al mercato nero di farmaci e prestazioni mediche.

A Ridley Scott non interessavano né il libro né i contenuti. Gli piaceva semplicemente il titolo.

Blade Runner, Ridley Scott (1982)
Blade Runner, Ridley Scott (1982)
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.