AnimeArticoli IndelebiliFumettoManga

Miracle Girls: le gemelle sono tornate!

Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Negli anni ’90 non c’era un solo bambino che non canticchiasse l’iconica sigla di “È un po’ magia per Terry e Maggie”.  Tutti conoscevano le gemelle più magiche della tv: Terry e Maggie, identiche nell’aspetto ma diverse come il giorno e la notte. Prima ancora dell’anime, c’è il manga!

Miracle Girls, titolo originale del manga da cui è tratto l’anime, è nato dalla penna di Nami Akimoto nel lontano 1991. Finalmente oggi il manga torna sugli scaffali in una veste grafica d’eccezione, in una nuova edizione monografica.

Miracle Girls: le gemelle sono tornate!

La storia ruota attorno a Tomomi e Mikage Matsunaga (Terry e Maggie nell’adattamento italiano), due gemelle identiche che nel presentarsi al lettore svelano rapidamente le loro capacità paranormali che le contraddistinguono. Nonostante siano identiche hanno carattere, abitudini, gusti e personalità opposte. Grazie ai loro poteri possono non solo comunicare tra loro grazie alla telecinesi ma persino teletrasportarsi in qualche luogo. Tomomi è amante dello sport mentre Mikage è dedita alla studio. Molto legate tra loro le gemelle, che frequentano istituti diversi, spesso si scambiano di ruolo dando il via ad una serie di disavventure che metteranno in pericolo il loro più prezioso segreto. 

Miracle Girls: le gemelle sono tornate!

Nell’arco della trama, le protagoniste avranno a che fare con un nemico misterioso e pericoloso: Mister X, che diventa fondamentale nella narrazione della seconda e terza parte della serie. Il manga iniziato come una commedia sentimentale scolastica allarga i propri orizzonti, mescolando elementi romantici a colpi di scena.

Miracle Girls è una serie shojo e lo si vede all’istante. La matita di Akimoto colpisce fin da subito per la freschezza dello stile e gli ariosi disegni tipici dei primi anni ’90 che ricordano il tratto di Naoko Takeuchi (Sailor Moon). Le tavole sono equilibrate tanto sul livello narrativo quanto su quello tematico. Si presentano pulite ed efficaci e il susseguirsi delle vignette non affatica nella lettura nemmeno dopo le 400 pagine della riedizione di Star Comics.

Miracle Girls potrebbe essere la versione speculare tutta al femminile dell’opera di Izumi Matsumoto “Orange Road” (È quasi magia Johnny). Tuttavia le similitudini con quest’ultimo finiscono qui, infatti Miracle Girls, per quanto divertente e leggero, non può considerarsi come un caposaldo del manga giapponese.

Miracle Girls: le gemelle sono tornate!

Ciò non significa che il manga non sia degno di nota. Miracle Girls resta un manga la cui storia ha appassionato milioni di lettori e ha fatto da apripista alla pubblicazione di altri shojo in Italia. Inoltre, è una lettura perfetta per viaggiare nel tempo e rivivere tutti quei ricordi d’infanzia.

/ 5
Grazie per aver votato!

Gianna Calatozzo

Ciao sono Gianna, ho una laurea in Giurisprudenza, un tesserino dell’ordine degli avvocati a cui vorrei aggiungere quello da giornalista. La passione per la scrittura, nata sulla carta e poi migrata sulla testiera, mi accompagna da sempre. A 6 anni gli altri volevano fare gli astronauti; io avevo già le idee chiare: volevo fare la giornalista.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.