Master of the Universe: Revelation
Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Master of the Universe: Revelation

Su Netflix un altro grande cartone animato dal passato

Dopo l’enorme successo di She-Ra e le principesse guerriere, remake di un classico degli anni ’80 Netflix ci riprova e porta sui nostri schermi domestici una nuova saga ispirata al passato. Master of the Universe: Revelation.

Master of the Universe: Revelation
Master of the Universe: Revelation

Master of the Universe: Revelation è una serie animata di Kevin Smith prodotta dalla Powerhouse Animation Studios. Per molti aspetti viene visto come il seguito della serie He-Man e i dominatori dell’universo del 1985. Sta alla serie Revelation portare alla luce numerosi misteri e chiudere trame aperte nella serie originale dell’epoca.

Trama

In questa nuova avventura troviamo tutti i vecchi personaggi da He-Man a Teela fino a Cringer e Orko. Intenti in una battaglia decisiva all’interno del Castello di Grayskull contro l’acerrimo nemico Skeletor e tutta la compagine della Montagna del Serpente.

Tuttavia la battaglia finale porterà alla distruzione della spada leggendaria. Questo oltre a far sparire misteriosamente sia He-Man che Skeletor spezzerà per sempre il collegamento tra Eternia e la magia. Teela accompagnata da amici e vecchi nemici partirà per un viaggio dantesco tra il regno degli inferi e quello paradisiaco per ritrovare le parti della lama spezzata.

Nel frattempo come in uno dei racconti di Lovecraft troveremo alcuni dei vecchi servitori della montagna del serpente intenti ad instaurare un nuovo culto legato alle macchine detto della Scheda Madre.

Master of the Universe: Revelation
Master of the Universe: Revelation

Comparto audiovisivo

Dal punto di vista della mera animazione ci troviamo di fronte a un buon prodotto, in alcune sequenze i frame dell’animazione non sembrano molti. Tuttavia il colore e gli effetti speciali rendono lo stesso l’esperienza godibile appieno come già visto in She-Ra e le principesse guerriere. Un effetto nostalgico poi ci porta ad apprezzare il character design dei personaggi resi decisamente più belli del passato e forze anche un tantinello più pompati.

Il doppiaggio spicca per voci note ai più. Familiari, anche se non tutte a nostro avviso adatte al doppiaggio dei cartoon, ma più idonee al cinema tradizionale. Tuttavia il lavoro è egregio e Skeletor doppiato da Pasquale Anselmo sembra anche più cattivo del solito. Nel cast troviamo alle voci: Maurizio Merluzzo, Cinzia De Carolis, Fabrizio Mazzotta e molti altri noti.

Master of the Universe: Revelation
Master of the Universe: Revelation

Conclusioni per una prima breve stagione

La prima stagione parte un pochino sotto tono nelle prime due puntate delle 5 disponibili su Netflix, tuttavia cattura velocemente l’attenzione e l’affetto del telespettatore. Proprio per questo alla fine della quinta puntata possiamo dire che veramente cominci l’avventura di He-Man e Skeletorn che fino a quel momento hanno se vogliamo ricevuto ruoli marginali e qualche flashback occasionale.

Mi sento di consigliarvelo? Si, mi duole solo dirvi che come tutte le serie si finisce per volerne ancora quando non se ne può più avere. Visti i risultati ottenuti auspichiamo come per She-Ra una lunga produzione dai sicuri ascolti elevati. Correte su Netflix e iniziate a vedere questa serie che di sicuro non vi deluderà.

/ 5
Grazie per aver votato!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.