Loki
Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Dall’avvento del servizio di streaming Disney+, il Marvel Cinematic Universe (MCU) ha avuto la possibilità di espandersi ancora grazie all’utilizzo delle serie televisive. In particolare, oggi andremo a parlare dell’ultima tra le tre che fino ad ora sono uscite: Loki.

Vale la pena di essere vista?

Andiamo a vedere cosa funziona e cosa non funziona nella prima stagione della serie, senza spoiler. Cominciamo con le cose semplici. Di cosa parla Loki?

La serie non segue il personaggio originale di Loki bensì, (allerta spoiler per Avengers: Endgame) la versione di lui che è riuscita ad afferrare il Tesseract durante gli eventi dell’ultimo film della Fase 3.

Loki: la serie disney+ vale la pena?
Loki: la serie disney+ vale la pena?

La premessa si basa sul fatto che, una volta fuggito con il Tesseract, Loki viene catturato da un’agenzia, la Time Variance Authority (alla quale da qui in poi mi riferirò come TVA) che si occupa di sorvegliare la “Sacra Linea Temporale” sotto gli ordini dei “Custodi del Tempo”, degli esseri che si occupano appunto di creare passato, presente e futuro al fine di evitare guerre spazio temporali tra universi differenti. Chiunque si sposti dal proprio percorso predeterminato e rischi di creare una nuova linea temporale viene chiamato “variante” e eliminato dalla TVA, insieme
alla propria linea temporale.

Tuttavia Loki non subisce questo destino. Non viene eliminato perché hanno bisogno di lui per catturare una variante di se stesso. In fondo, chi potrebbe capire un Loki meglio di un Loki?

Cosa funziona?

Prima di tutto, la serie è visivamente incredibile. Si passa da ambienti ispirati ad un design futuristico anni ’70, a visioni di pianeti e lune che competono tranquillamente con effetti speciali visti nei film della casa delle idee. In secondo luogo, il cast è ben scelto e la chimica tra loro è perfetta.

Loki: la serie disney+ vale la pena?
Loki: la serie disney+ vale la pena?

In particolare Owen Wilson da un’ottima prova attoriale nella serie, essendo stato selezionato attentamente per il ruolo che interpreta. La sottile ironia e spesso la sfacciataggine sono caratteristici di molti dei suoi personaggi e in Loki possiamo veramente veder splendere il suo charme naturale. Ogni scena di dialogo tra lui e Tom Hiddleston è un piacere da guardare.

Infine, questa prima stagione lascia un’impressione diversa rispetto alle altre due serie uscite finora. Infatti, sebbene sia ovvio che sia collegata ad un universo più ampio, i riferimenti ad esso sembrano sempre fatti più per completare il personaggio di Loki ed approfondirlo, piuttosto che essere inseriti nella struttura stessa della serie.

Wandavision ad esempio era iniziato come qualcosa che poteva sembrare scollegato, ma in realtà più si avvicinava il finale di stagione più si intuivano indizi di ciò che ci avrebbe aspettato nei film della Fase 4, culminando poi con una battaglia finale che aveva il sapore di tutti gli altri cinecomic usciti fino a quel momento dalla Marvel. Falcon and the Winter Soldier è semplicemente un film della Marvel molto lungo e diviso in episodi.

Loki: la serie disney+ vale la pena?
Loki: la serie disney+ vale la pena?

Loki invece riesce a mantenere un’atmosfera diversa dai film dall’inizio fino alla fine della prima stagione. E’ vero che possiamo intravedere dei fili di trama della Fase 4 anche qui, ma è innegabile che la serie rimane coerente a se stessa nel suo essere qualcosa di diverso, estraneo, unico.

Cosa NON Funziona?

La cosa che più in assoluto non va nella serie è il ritmo. Si inizia con lunghissimi spiegoni sul funzionamento della TVA, ridondanti e non troppo chiari (errore commesso anche in Avengers: Endgame ndr). Considerando tutto il tempo che viene impiegato nel dire come funzionano le cose, dovrebbe essere fornita una spiegazione quantomeno esaustiva. Quella che ci viene data, invece, oltre che essere ripetitiva lascia molte domande aperte alle quali probabilmente non avremo mai risposta.

Ci sono un altro paio di scivoloni nel pacing, da un irritante cliffhanger totalmente non necessario in mezzo alla stagione a un finale condito forse con un po’ troppi monologhi. Ma niente di fastidioso come i primi episodi che, per quanto intrattengano, non si decidono a partire con la trama, perdendosi costantemente nella visione semplicistica di poche dinamiche.

Detto questo, vale la pena di guardare Loki?

Assolutamente sì. E’ vero che la prima stagione ha qualche difetto, ma niente di insormontabile, e riesce comunque ad intrattenere. Non possiamo che sperare che la prossima stagione sia buona quanto questa e che, con la prossima stagione, anche quelle poche cose che fanno storcere un po’ il naso allo spettatore vengano smussate, regalandoci un’esperienza visiva ancora migliore.

/ 5
Grazie per aver votato!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.