Articoli IndelebiliGiocoVideogioco

Ghost of a Tale meglio di Stray?

Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Ghost of a Tale meglio di Stray? Il topo contro il gatto, il medio evo contro il cyberpunk.

Oggi in occasione dello splendido regalo da parte di G.O.G.com andiamo a vedere come l’eterna sfida gatto contro topo viene a crearsi spontaneamente.

Stray molto giocato ed apprezzato ci porta in un mondo cyberpunk esplorabile al comando di un gatto vero e proprio.

Un titolo splendido, ma sicuramente dalla trama meno profonda di Ghost of a Tale.

In questa opera digitale, saremo al comando di un topolino antropomorfo in una ambientazione prettamente medioevale.

Il nostro eroe, un bardo si risveglierà all’interno di una misteriosa prigione custodita da grossi ratti armati di lance.

La sua missione prevalentemente stealt sarà di fuggire e ritrovare la sua amata attraverso enigmi spazi aperti e strette e anguste segrete.

Ghost of a Tale meglio di Stray?
Ghost of a Tale meglio di Stray?

L’approccio del gioco è puramente stealt con piccoli enigmi e una locazione dei testi in Italiano che ci spingeranno ad una profonda lettura del plot e all’esplorazione ed interazione con tutti gli oggetti di gioco.

Una candela potrà infatti fare luce o dare fuoco a degli oggetti per distrarre i nostri nemici, consumandosi lentamente nel tempo.

Avremo bisogno di cibo e di riposo, potremo correre a quattro zampe per fuggire dai nemici o muovevi cautamente per non svegliarli o far perdere le nostre tracce.

Non lasciatevi ingannare dalla dolcezza del muso del topolino, siamo di fronte a un vero e proprio stealt con tutte le sue difficoltà annesse.

All’inizio potrebbe sembrare frustrante, ma col tempo riuscirete a padroneggiare tutti i comandi alla perfezione.

Siamo di fronte ad un vero e proprio gioiello grafico, luci ed ombre sono dosati sapientemente e le texture dell’intera ambientazione risultano un esempio di next gen ben riuscita.

Attualmente il titolo può essere giocato tranquillamente con una gtx 750ti, noi lo abbiamo testato a 1080p con un frame superiore ai 60 ma mai stabile sui 120 con una gtx 1650 gddr6 un i3 8100 e 16gb di ram ddr4.

Seppur il sistema non sia ottimizzato alla perfezione anche a dettagli massimi non abbiamo avuto problemi nel mantenere i 60fps cappati forzatamente per una maggiore stabilità.

Ghost of a Tale meglio di Stray?
Ghost of a Tale meglio di Stray?

Dobbiamo ammettere che seppur nvidia ci da la possibilità di attivare il vsinc veloce per guadagnare fps, non riconosce il titolo e non ci permette di ottimizzarlo.

Precludendoci la possibilità di utilizzare la funzione NIS per godere dei 1080p fittizi e di qualche fps in più.

In alternativa per i meno avvezzi ai settaggi di gioco segnaliamo la presenza del titolo ” a pagamento ” per xbox one, ps4 e Nintendo Switch.

Un gioco per profondità e game play nettamente superiore a Stray, forse meno ispirato a livello di design ambientale risultando alle volte ripetitivo.

Tuttavia se avete smesso di giocare col gatto è ora di adottare un piccolo topino e cominciare una lunga battaglia contro l’esercito dei ratti.

Perché non farlo in occasione del regalo che G.O.G.com ha deciso di farci? Avete solo tre giorni, l’offerta scade il 15 di dicembre e sarà gratuita solo per pc.

Provatelo riscattandolo da questo link e fateci sapere che cosa ne pensate con un commento qui sotto.

Buon game a tutti.

/ 5
Grazie per aver votato!

Valentino Coratella

Presidente dell'Associazione Culturale Fumetti Indelebili, Caporedattore di fumettindelebili.com, organizza da 7 anni la fiera del fumetto di San Benedetto del Tronto, il San Beach Comix. Disegna fumetti, scrive racconti, intervista fumettisti, sceneggiatori, cosplayer e fotografi. Di recente ha iniziato a realizzare cosplay, a presentare gare e a ricoprire la mansione di giudice di gara. Adora realizzare editoriali su videogiochi e musica di genere nerd metal.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.