Da evitare - Fate: the winx saga
Condividi l'Articolo di Fumetti Indelebili

Da evitare – Fate: the winx saga

Da evitare – Fate : The Winx Saga

Ormai è innegabile: i riadattamenti live action di cartoni animati del passato vendono bene. E sono piuttosto popolari tra una fetta di pubblico.

Sarebbe sciocco non approfittarne e crearne quanti più possibile, anche quando il materiale non c’è. In alcuni casi, il prodotto è accettabile. È piacevole da vedere, si perde tempo,  e si stacca la spina il tempo necessario per rilassarsi.

In altri, invece, assistiamo ad uno sfacelo totale, che non capiamo come possa essere apprezzato. Questione di gusti? Mancanza di conoscenza dell’originale? Micidiale mix di entrambi? Qualunque sia la risposta, ci sono serie tv live action che non apportano nulla di nuovo, né rispettano il prodotto originale. E Fate è uno di questi.

Live action delle Winx o delle Witch?

Da bambine tutte abbiamo avuto una fase acuta da Winx. Almeno, le prime tre stagioni (e un po’ la quarta), erano un prodotto ben fatto, molto carino, che vedeva le vicissitudini di sei fate che salvavano la dimensione magica da molteplici pericoli, primi tra tutti le malefiche streghe, le Trix.

Fate non ha nulla di tutto questo.

Dimenticate Magix e la dimensione magica. Dimenticate anche le streghe, che tagliarle via sembra più un bisogno di risparmiare sul budget. E no, non c’è nemmeno la scuola per gli specialisti, dove i fidanzati delle protagoniste si allenano per diventare eroi.

Ci sono stati molti tagli, il chè fa domandare lecitamente se sono stati fatti per risparmiare , dato che nemmeno i produttori credevano al progetto.

Ad ogni moto, fate e specialisti (pardon, cavalieri) vanno nella stessa scuola. Ci sono anche fate maschi, ma viene fatto un cenno rapido nel primo episodio e non vengono nemmeno più citati. Abbasso le norme di genere e tutto il resto.

Da subito, capiamo che l’atmosfera è diversa. È più sullo stile di Riverdale e Teen Wolf. E come queste serie, Fate inizia con un truculento omicidio.

Mica male per iniziare. Perché quando si vuole rendere una serie più da adulti, si aggiunge violenza gratuita ed omicidi? E vi siete dimenticati i colori? È tutto molto deprimente, niente a che vedere con lo sfavillante mondo del cartone.

Qualcuno dirà ehi, il produttore della serie ha detto che lo voleva rendere più realistico.

Più realistica una serie sulle fate? Ma anche dando per buona la cosa, il modo in cui le ragazze sono state trattate, come Stella è stata resa, manca di rispetto.

Ehi , produttore, secondo te anche le amicizie femminili forti sono poco realistiche? Per questo le ragazze non si sopportano?

Domanda legittima.

Originalità sacrificata per tropoi facili, tipo Stella bionda mean girl, stile Regina George, gelosa di Bloom e disposta a tutto pur di riavere il suo ex.

E non parliamo di River, che diventa il classico fattone dei teen drama, e la sua propensione al lato oscuro sembra più oh no, sono un drogato, non capisco la differenza tra bene e male.

La sceneggiatura è imbarazzante, la trama debole, e gli effetti speciali sprecati. Questo teen drama ambizioso è stato rinnovato per una seconda stagione, dove magari, budget aumentato, vedremo altri personaggi. O meglio, vedremo gente coi nomi dei personaggi del cartone fare cose fuori dal personaggio.

Ultima nota dolente: le fate hanno solo poteri elementari. Ma quindi è una serie sulle Winx o sulle Witch?  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.